Psycho in a day

imagesIeri sera ho iniziato dallo psycho. Eh sì, vi ho fregati cari amici da nerdolandia con furore… pensavate di leggere una prospettiva critica sul filmone e invece no… L’unico psycho di cui leggerete è magrolino, un pò sfigato, e con uno studio che odora di muffa… Eh sì… la vita è una merda! 😛 Però un lato positivo c’è… il papà con cui condivido la sala d’attesa è proprio carino 😉

Ho appena finito di guardare Italy in a day. Odio la tv e guardo solo ed esclusivamente Rai news24 quando mangio in cucina… ma questo non me lo sono perso… dopo aver rivisto mille volte su youtube Life in a day 

(guardatelo!!) era doveroso guardare anche la versione italiana dei filmati amatoriali girati da diverse persone durante la stessa giornata… Ah… una critica da fare però ce l’ho! Stasera a Che fuori tempo che fa il regista commentava l’opera spacciandola per la Vera verità. Non potrei essere più in disaccordo. Certo, i filmati sono amatoriali autentici, ma il montaggio pilota decisamente le impressioni del pubblico e può scegliere quale taglio e messaggio dare alla pellicola.

Sono ancora immersa nell’illusoria sensazione quasi alcolica di innamoramento per la vita, la nascita, la morte, l’amore, le grandi domande… sta di fatto che nonostante tutto questo zucchero …non ci ho una lira e le mie ultime ricerche di lavoro si geolocalizzano a 600 km da casa. E tutti… no ma sei brava! E che intraprendenza! Interessante! Marketing non ti interessa? No, perché ne sai già più di quelli che lo fanno di mestiere, te lo dico io! Sono disoccupata da due settimane, ho fatto colloqui un giorno si e uno no e se entro il mese prossimo non ritorno in ufficio mi sparo… tg e giornali non fanno che parlare di articolo 18… ma andate a cagare! Vabbeh, settimana prossima dedicata a sbatta burocratici per iniziare un corso… aspettando il prossimo #PsychoDay !!

Annunci

The cat is on the roof

Esco dal negozio dei cinesi. Dopo aver battuto più mercatini dell’usato non ho trovato un tavolino da caffè degno dei denari richiesti in cambio, quindi con la coda tra le gambe me ne vado a caccia di una qualche vergognosa imitazione dello stile etnico made in china… esco a mani vuote comunque.

Fuori dal negozio dei compagni cinesi mi accoglie la pioggia. Mi appiattisco al muro dello stabile ma continuano a colpirmi le schegge d’acqua. Guardo in alto e lo stabile si staglia contro il cielo grigio senza una tettoia, senza un cornicione, così, nudo e verticale. Inspiegabilmente continuo a camminare appiattita allo stabile comunque, pur nella piena constatazione di quanto sia inutile un simile sforzo.

Chissà quante cose facciamo così nella vita. Restiamo appiattiti contro le nostre false certezze pur sguazzando nell’evidente inutilità delle soluzioni che si sono rivelate costantemente fallimenti.

Un lavoro che non da futuro ma che comunque non molli. Un legame che da solo tanti mal di pancia a cui resti aggrappato comunque. Ecco la vera speculazione delle case farmaceutiche..! Se un maalox tu masticherai – invece di mollare quel cadavere di compagno che maledici ogni giorno – il benessere tu ritroverai! ………….to be continued